Sapeur & Forlì Wine Festival

Tre giorni tra i sapori e i profumi della migliore gastronomia regionale italiana, quella che non è abitualmente reperibile al supermercato, ma alle cui radici si trovano autenticità e passione. E’ SapEur, la fiera del prodotto tipico e genuino, dedicata alle tradizioni culinarie delle regioni di tutt’Italia

che da venerdì 26 fino a domenica 28 gennaio 2018 torna a insaporire i padiglioni fieristici di Forlì con la sua 16ª edizione abbinata anche quest’anno al 4° Forlì Wine Festival.

La kermesse del cibo di qualità è pronta a spalancare le proprie porte a centinaia di espositori selezionati dei settori Food e Wine provenienti da tutto il territorio nazionale, ormai abituati a riconoscere nella manifestazione organizzata da Romagna Fiere un’importante vetrina commerciale e di visibilità, un trampolino di lancio per le micro-economie locali improntate sulla minuziosa cura dei processi e dei prodotti, dalla A alla Z delle singole filiere.
Un accento posto volutamente sui prodotti certificati con marchi Doc, Dop, Docg, Igt, Igp e presidi Slow Food, che le decine di migliaia di visitatori che frequentano SapEur sanno di potere ritrovare a prezzi di assoluta convenienza. Conoscendo, degustando e acquistando prelibatezze tipiche di ogni territorio del Bel Paese e offrendo, così, un supporto alla sviluppo di realtà imprenditoriali spesso a carattere familiare che cercano di distinguersi dall’omologazione del mercato globale della grande distribuzione. E proprio per dare la possibilità a ogni tipologia di fruitore di curiosare con tutta calma e fare i propri acquisti con l’attenzione che si deve ad un prodotto che non è semplicemente da mangiare, ma anche da scoprire alle sue radici, contestualizzare, cucinare e abbinare, SapEur prevede l’apertura serale fino alle 22.30 (domenica la chiusura resta invece alle 20).

Un grande mercato dove si incontrano consumatori e oltre 200 tra produttori operatori dell’agroalimentare, settore di grande importanza per l’economia italiana visto che fattura oltre 135 miliardi l’anno D’altronde, come ha confermato una recentissima indagine del Censis intitolata “Come mangiano gli italiani?”, 14,5 milioni di nostri connazionali mangiano “di tutto un po’” dando, però, priorità a prodotti tipici e cibi genuini. Ben 7,3 milioni di italiani non possono né vogliono prescinderne sulle proprie tavole, addirittura 6,4 milioni di residenti nel nostro Paese si dichiara apertamente salutista e altri 2,4 milioni amano definirsi gourmand. Uno stile alimentare connotato dunque al pragmatismo. A partire ovviamente dagli acquisti ove si combinano ideologie alimentari e cibi anche molto diversi tra loro. E SapEur per sua tradizione sa e vuole rispondere a tutte queste multiformi esigenze e inclinazioni.

A fare da cornice al mercato, anche numerosi eventi collaterali: show-cooking, degustazioni guidate, corsi adatti ad aspiranti chef e pasticceri di ogni età, uno spazio dedicato alle tradizioni alimentari ed etniche della Romagna e, novità dell’edizione 2018, una grande mostra fotografica curata da Mirco Villa che accoglierà i visitatori all’ingresso dei padiglioni espositivi. Si intitola “La metamorfosi del cibo romagnolo” e parte dal presupposto che la cucina in tutte le culture è molto importante.
Quella romagnola ha origini antiche e un forte legame con le tradizioni contadine e il territorio. Un ruolo importante spetta alla pasta e alla minestra, alla piadina e ai dolci. In questo percorso fotografico saranno raccontati alcuni dei piatti tradizionali, a volte con qualche modifica rispetto alla ricetta originaria, come del resto avviene o avveniva in molte famiglie.
Spesso sono proprio queste varianti a donare alla pietanza quel "sapore di casa" che non deve andar perduto.

Forlì Wine Festival – 4ª edizione

Dal momento che non si mangia bene senza bere bene, per il quarto anno consecutivo questo “Giro d’Italia del gusto” si abbina ad una kermesse nella quale il vino è sovrano. Un intero padiglione ospiterà il 4° Forlì Wine Festival, il salone dedicato alle migliori etichette e cantine di tutta Italia. Oltre cento varietà di vini – bianchi, rossi, rosati, frizzanti e passiti - a disposizione per essere conosciuti, assaporati e acquistati. E poi laboratori didattici, degustazioni guidate su prenotazione, incontri con esperti del settore tenuti in collaborazione con “ONAV EMILIA ROMAGNA”, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino, che conta circa 11.000 soci distribuiti tra tutte le regioni e che sarà presente con le delegazioni di Forlì-Cesena, Rimini, Ravenna, Parma, Modena e Reggio Emilia. Chi vorrà prendere parte al percorso di degustazioni, illimitate, riceverà calice e tasca in omaggio con il biglietto d’ingresso.

Una sezione dedicata sia a un pubblico di appassionati e conoscitori di vini che cresce quantitativamente e qualitativamente di anno in anno, sia ai buyer che potranno incontrare cantine vitivinicole di tutta Italia per arricchire a loro volta la propria offerta rivolta ai consumatori.

Forlì Wine Festival crea una perfetta combinazione tra vino e cibo e sarà un evento speciale a suggellare questa simbiosi. Con il “Teatro degli Chef”, Romagna Fiere ha voluto portare alla Fiera di Forlì un’esperienza di successo: quella che da ormai 6 anni fa di Portico di Romagna una piccola capitale dell’alta ristorazione accessibile a ogni tasca. Lo Chef Massimiliano Cameli, che assieme al fratello Matteo e al padre Giovanni gestisce il ristorante “Al Vecchio Convento” nel cuore del paese della vallata del Montone, darà vita a una kermesse speciale in un’area eventi appositamente dedicata e allestita.
Per tutte le tre giornate della manifestazione, i più apprezzati e rinomati cuochi del territorio assieme ad alcuni grandi interpreti internazionali della Cucina tradizionale di alta qualità, prepareranno a vista i piatti che sono soliti proporre nei loro ristoranti. Saranno piatti da una stella michelin, studiati ad hoc per l’occasione, con ingredienti a km 0 dove internazionalità e territorio si fondono in perfetta armonia. I visitatori potranno sperimentare acquistando a prezzi decisamente favorevoli, e assaporando poi direttamente in fiera, uno o più tra i piatti che hanno conquistato gourmet e turisti in tutto il mondo.
E il termine “mondo” non è certo casuale perché Massimiliano Cameli nel riproporre in fiera a Forlì la formula estiva di “Chef sotto il Portico”, porterà anche a Forlì alcuni dei migliori interpreti internazionali dell’Alta Cucina che sa miscelare tradizione e innovazione.

▼ Mostra Più Informazioni

via Punta di Ferro 2, 47122
Forlì
26 Gennaio , Venerdì 14:00
Condividerla

Altri Eventi Nei Dintorni

 31 Agosto , Venerdì
 Milano Marittima Beach, Milano Marittima
 24 Agosto , Venerdì
 Rete Almagià, Ravenna
 25 Agosto , Sabato
 Piazza del Popolo - Ravenna, Ravenna
 01 Settembre , Sabato
 Faenza, Italy, Faenza
 02 Settembre , Domenica
 Comune di Bagnacavallo, Bagnacavallo
 25 Agosto , Sabato
 Forlì, Italy, Forlì
 26 Agosto , Domenica
 Fratta, Italy, Fratta
 24 Agosto , Venerdì
 Forlì, Italy, Forlì
 14 Settembre , Venerdì
 Cervia, Italy, Cervia
 09 Settembre , Domenica
 Fiera di Faenza, Faenza
 26 Agosto , Domenica
 Castel Bolognese, Italy, Castel Bolognese
 25 Agosto , Sabato
 "LA MASCOTTE" RUSSI, Russi
 07 Settembre , Venerdì
 Parafarmacia Galilei, Ravenna
 08 Settembre , Sabato
 Ravenna, Italy, Ravenna
 07 Settembre , Venerdì
 Ravenna, Italy, Ravenna
 30 Agosto , Giovedì
 Monica Zàccari, Lugo