La Ceramica in Circolo

La Ceramica in Circolo - dead line 1 Giugno 2018 -
Premessa
“Cerchio” è diminutivo di “circolo”, proviene dal latino circus, dal greco kìrkos ovvero “anello”, dalla radice indoeuropea *kr con il senso di “volgere in giro”.
Il cerchio rappresenta un codice di geometria esistenziale che varrebbe la pena

riscoprire. Dal circolo nulla resta escluso. Ogni punto è equidistante dal centro. È conchiuso, eppure la sua percorribilità appare infinita. Si “svolge”, eppure ritorna su se stesso.
E che forma ha, se non circolare, questa materia ceramica che ri-nasce e ri-muore restando sempre se stessa e che, in maniera costante, accompagna l’uomo ma che cambia con l’uomo stesso?
Ecco quindi che, come in una tavola rotonda, La Ceramica in Circolo ambisce a restituire il senso di una democrazia: l’artista è invitato a confrontarsi ed esprimersi attraverso un nuovo minimo comune denominatore, ponendosi così ad una distanza equa dalla sua possibile creazione e al contempo offrendo al fruitore un contesto espositivo che rifletta la circolarità del progetto proposto.
Il progetto sarà presentato in anteprima a Faenza, in occasione di Argillà Italia 2018. La seconda tappa della mostra sarà a Milano, presso il Laboratorio/Spazio Nibe di Gabriella Sacchi, in data ancora da definirsi.

Presentazione del progetto
Il progetto è proposto da Evandro Gabrieli e Gabriella Sacchi, supportato da Keramos Associazione Culturale (Roma) e Laboratorio NIBE di Gabriella Sacchi (Milano), promosso da CiE (Ceramica in Espansione) e CiC (Contemporary Italian Ceramics). La Ceramica in Circolo nasce da un’idea di Evandro Gabrieli ed è rivolto a tutti coloro che si esprimono con l’argilla. È un progetto che prende vita dopo l’installazione collettiva itinerante CUBE compressi e punta di nuovo alla collettività, mantenendo comunque alta l’attenzione sulla singola individualità artistica. La Ceramica in Circolo ha, non solo l’intento di dare visibilità attraverso la realizzazione di un’opera ceramica tridimensionale, ma anche lo scopo di fotografare e di riflettere sul mondo della ceramica contemporanea, interrogandosi su alcune questioni:
· qual è la ceramica in circolo oggi?
· qual è il modo in cui gli artisti la rappresentano o se ne sentono rappresentati?
· quali sono le tecniche e i messaggi che contiene?
· cosa si è perso, modificato o cambiato nel modo di utilizzare questo materiale che da sempre accompagna l’uomo?


Le opere
· Il vincolo che accomuna gli artisti selezionati è la forma circolare, una sorta di fascia chiusa ad anello, con il diametro di 25 cm e l’altezza di 10 cm. Con questa forma circolare l’artista esprime la propria idea e sensibilità ma, a differenza di quanto avvenuto in occasione dell’installazione collettiva CUBE compressi, c’è la possibilità di poter guardare anche “attraverso la ceramica” non solo metaforicamente.
· Si è pensato ad una installazione dove le opere sono sospese: mediante l’uso di fili trasparenti si posizioneranno le opere ad altezza viso, privilegiando un tipo percorso circolare. Il visitatore potrà avere una visione delle opere da ogni punto di vista (tutto tondo), ma potrà anche “vedere attraverso” l’opera. Pensiamo che questa metafora, così come il fatto che le opere siano disposte in una insolita dimensione aerea, possa stimolare una riflessione sia tra gli artisti partecipanti, sia tra il pubblico che visiterà la mostra. Vicino ad ogni opera, sarà appesa una didascalia con l’indicazione dell’autore e un breve testo.
Considerando il fatto che la disposizione aerea potrebbe risultare difficile o impossibile nelle sedi che gli organizzatori della mostra avranno a disposizione, gli autori dovranno prevedere la possibilità di esporre le opere su una superficie piana.

Giuria
Il materiale fotografico e le schede di adesione saranno selezionate da una giuria che sceglierà 30 artisti. La giuria sarà composta da:
· Giovanni Mirulla direttore responsabile delle testate D'A -Design & Artigianato- e La Ceramica Moderna & Antica;
· Silvia Imperiale pubblicista e blogger ha fondato nel 2008 la rivista La ceramica in Italia e nel mondo, ricoprendo fino al 2011 il ruolo di direttrice. Si occupa di comunicazione, con una particolare attenzione all’arte e all’artigianato ceramico contemporanei;
· Domenico Iaracà antichista di formazione, affianca all’attività d’insegnamento la collaborazione a riviste di arte contemporanea. Ha all’attivo diverse curatele per importati mostre in campo ceramico;
· Gabriella Sacchi ceramista, fondatrice del Laboratorio/Spazio Nibe di Milano e membro dell’Accademia Internazionale della Ceramica;
· Evandro Gabrieli ceramista, co-fondatore dell’Associazione Culturale Keramos di Roma e di CiE (Ceramica in Espansione) e blogger per CiC (Contemporary Italian Ceramics).

Cosa fare per partecipare
È necessario realizzare un’opera ceramica tridimensionale, di forma circolare, delle seguenti misure: diametro 25 cm e altezza 10 cm.
L'opera può prevedere l'inclusione di materiali diversi che non devono essere predominanti rispetto alla ceramica. In ogni caso, l’opera non deve superare le misure di 30 cm.
Si deve tenere conto della possibilità di esporre l’opera sia in modalità aerea, sia in modalità di appoggio.
Si deve inviare la propria candidatura compilando la scheda informativa, aggiungendo il materiale fotografico richiesto e versando un contributo di 30 Euro a parziale copertura delle spese di segreteria.
Le opere selezionate saranno spedite e ritirate a cura e spesa degli autori, nelle sedi che saranno indicate dagli organizzatori del progetto.
Le opere dovranno essere spedite o consegnate con un imballo idoneo che verrà utilizzato per tutti i movimenti.
Tutte le opere saranno esaminate e selezionate dalla giuria, ed in base al punteggio ricevuto, a seguito dal materiale fotografico e della scheda di adesione inviata preventivamente, saranno scelti i 30 artisti per l’installazione.
Solo le opere selezionate dalla giuria accederanno alla fase finale ed espositiva del progetto e saranno esposte secondo la disponibilità di spazi e tempi, nel migliore dei modi.
L’organizzazione non prevede nessun tipo di assicurazione e non risponde di eventuali danni accidentali o furti del materiale consegnato. La cura e l’attenzione per le opere sarà garantita in maniera costante durante le esposizioni.
L’opera potrà essere messa in vendita al prezzo indicato dall’artista nella scheda di partecipazione. La vendita non è obbligatoria.
Le opere saranno restituite solo quando le mostre, nelle sedi indicate, saranno finite.
Per poter presentare la candidatura al progetto e’ richiesto un contributo di Euro 30,00 da versare a titolo di donazione per supportare le spese di segreteria.
E’ prevista la pubblicazione di un catalogo digitale e la stampa di un flyer divulgativo.
Aderendo al progetto si autorizza alla diffusione e al trattamento dei dati sensibili personali e del materiale digitale inviatoci.
BANDO E MODULO ADESIONE SCARICABILE SUL SITO:
https://evandrogabrieli.wixsite.com/laceramicaincircolo

▼ Mostra Più Informazioni

, 48018
Faenza
01 Settembre , Sabato 10:00
Condividerla

Altri Eventi Nei Dintorni

 05 Ottobre , Venerdì
 Al Gufo Saggio - B&B, San Zaccaria
 23 Settembre , Domenica
 Cervia (RA) Emilia Romagna, Cervia
 14 Ottobre , Domenica
 Fiera di Faenza, Faenza