Il matrimonio di Giovannella Stendardo 1417 2017

Marino Boffa e Giovannella Stendardo
Marino Boffa , originario di Pozzuoli, nasce intorno al 1390. Ha la possibilità di studiare legge e divenire ben presto un insigne giusperito. Grazie alle sue qualità riesce ad entrare al servizio della casa di Giovanna d’Angio-Durazzo, vedova del duca d’Austria,

nonché sorella di Ladislao I, re di Napoli. In qualità di amministratore fiduciario della duchessa, si fa apprezzare per lealtà e competenza. Divenuta regina del Regno di Napoli, alla morte del fratello avvenuta nel 1414, Giovanna II chiama Boffa a far parte del Consiglio della Corona. Assume in un primo momento la carica di Gran Cancelliere con il compito di occuparsi degli affari amministrativi della corte napoletana, e successivamente quella di Gran Giustiziere del regno, sorta di ministro della giustizia. Il favore della regina consente a Boffa, quindi, una rapida carriera politica che gli procura prestigio e onore. Nondimeno egli è considerato un parvenu a Corte e ne è consapevole. Non proviene dai ranghi della nobiltà e soprattutto non ha nessuna base patrimoniale che gli potesse garantire sicurezza sociale ed economica una volta venuto meno l’appoggio reale. Le circostanze lo aiutarono in questo senso. A quel tempo, la casa di Giovanna II era frequentata da una giovane e bella fanciulla, figlia unica del conte di Alife, della ricchissima famiglia Stendardo. La ragazza, conosciuta con il nome di Giovannella, all’età di 4 anni era stata sposata con il pressocché coetaneo Samuele Tomacelli, nipote di papa Bonifacio IX. Il matrimonio doveva servire a consolidare l’alleanza politica tra Ladislao I e il papa, di origini napoletane. Bonifacio IX, infatti, nel 1390 aveva riconosciuto Ladislao come legittimo sovrano del Regno contro le pretese di Luigi II d’Angiò-Provenza. Senonchè poco dopo la celebrazione delle nozze, Bonifacio IX muore e Ladislao perde ogni interesse a mantenere quell’unione. Giovannella vive presso la casa della sorella del re, Giovanna. Samuele Tomacelli cercherà in tutti i modi di riavere presso di sé quella che considera sua moglie. Esperisce anche le vie legali e affida proprio al nostro Boffa, in qualità di avvocato, la procura della causa intentata allo scopo. I tentativi, però, risultano vani: ad avallare la nullità del matrimonio si avanza la tesi della giovane età dei contraenti al momento in cui furono sposati. Il tempo passa, Ladislao muore e a Corte si continua a non prendere in considerazione le pretese di Tomacelli. Intanto, Giovannella, cresciuta, viene notata da Muzio Attendolo Sforza, uno dei più famosi capitani di ventura d’Italia, al tempo comandante in capo dell’esercito napoletano. Il condottiero vorrebbe che la giovane andasse in sposa al figlio Francesco, futuro duca di Milano e allo scopo affida proprio a Boffa che considera caro amico e ascoltato consigliere della regina, per convincere questa a dare il suo consenso al nuovo matrimonio. Con sorpresa, però, Marino prende la ragazza con sé e convince Giovanna II alle nozze non con il giovane Sforza, bensì proprio con lui. Nel dicembre del 1417, Giovannella Stendardo e Marino Boffa con la benedizione della regina contraggono legittimo matrimonio. Il novello sposo entra così in possesso dell’eredità della ricca moglie, tra i cui possedimenti si annoverano Cancello, Arienzo e Arpaia. Scontato l’astio del beffato Sforza, Boffa finisce con l’inimicarsi anche l’amante della regina, Gianni Caracciolo. Di fronte a sì potenti nemici, il nostro ben presto è estromesso dal Consiglio della Corona e allontanato dalla Corte napoletana. Di conseguenza, egli si ritira nei possedimenti dell’amata moglie in attesa di tempi migliori, ponendo la propria residenza ad Arienzo.

▼ Mostra Più Informazioni

, 81021
Arienzo
23 Settembre , Sabato 09:00
Condividerla

Altri Eventi Nei Dintorni

 27 Gennaio , Sabato
 First Floor Club, Pomigliano d'Arco
 14 Febbraio , Mercoledì
 Teatro Lendi, Sant'Arpino
 26 Gennaio , Venerdì
 First Floor Club, Pomigliano d'Arco
 17 Febbraio , Sabato
 Fonderia Villa Bruno - San Giorgio A Cremano, San Giorgio a Cremano
 10 Febbraio , Sabato
 Marcianise, Italy, Marcianise
 13 Febbraio , Martedì
 Teatro Lendi, Sant'Arpino
 26 Gennaio , Venerdì
 Centro Commerciale Campania, Marcianise
 02 Febbraio , Venerdì
 Santuario Di MOntevergine, Mercogliano
 28 Gennaio , Domenica
 GSD Fiamme Argento, Capua
 27 Gennaio , Sabato
 Freqency, Pomigliano d'Arco
 26 Gennaio , Venerdì
 Sound Music Club, Frattamaggiore
 11 Febbraio , Domenica
 ROY SHOW CLUB, Rotondi
 18 Febbraio , Domenica
 Arzano, Italy, Arzano
 02 Febbraio , Venerdì
 Potere al Popolo - Area Vesuviana e Costiera,
 27 Gennaio , Sabato
 SubCulture, Frattamaggiore
 26 Gennaio , Venerdì
 Portico di Caserta, Italy, Portico di Caserta
 17 Febbraio , Sabato
 Cinema Metropolitan Sant'Anastasia, Sant'Anastasia
 09 Febbraio , Venerdì
 Sound Music Club, Frattamaggiore
 23 Febbraio , Venerdì
 Grand Hotel Vanvitelli, Caserta
 03 Febbraio , Sabato
 First Floor Club, Pomigliano d'Arco
 26 Gennaio , Venerdì
 Spazio X, Caserta
 17 Febbraio , Sabato
 Teatro Italia Acerra Official, Acerra
 02 Febbraio , Venerdì
 Flower Fantasy - Casoria, Naples
 28 Gennaio , Domenica
 Parrocchia Sacro Cuore di Gesù, Ercolano
 28 Gennaio , Domenica
 Sarno, Italy, Sarno
 08 Febbraio , Giovedì
 Teatro Gelsomino Ad Afragola, Afragola
 16 Febbraio , Venerdì
 Bere&Bè, Afragola
 23 Febbraio , Venerdì
 SMAV, Santa Maria a Vico
 18 Febbraio , Domenica
 Caivano, Italy, Caivano
 17 Febbraio , Sabato
 Hotel Europa Caserta, Caserta
 30 Gennaio , Martedì
 Masseria Guida, Ercolano
 03 Febbraio , Sabato
 Teatro Italia Acerra Official, Acerra
 28 Gennaio , Domenica
 Magazzini Fermi, Aversa
 26 Gennaio , Venerdì
 Ristorante O' Pagliarone, Monteforte Irpino
 02 Febbraio , Venerdì
 Teatro Summarte, Somma Vesuviana
 26 Gennaio , Venerdì
 Bar Bossa, Poggiomarino