Dario Ghibaudo - MUSEO DI STORIA INNATURALE

Dario Ghibaudo
Museo di Storia Innaturale
Sala XVIII - Creature Meravigliose

“La scultura è gusto del fare nell’esigenza di fare perché l’intuizione possa aver seguito dando vita alla materia.”
Questo ci racconta Dario Ghibaudo, aggiungendo: “la scultura nasce dall’errore”. Un paradosso certo, ma si

intende che la scultura non è solo togliere e non si estingue nel bozzetto, anzi, come asseriva Wildt: “...il bozzetto non è necessario” poiché l’intima verità è contenuta nella materia stessa. Conclude Ghibaudo: “la materia non potrà mai prendere vita se non condotta dall’artista”.
E’ dunque su questo principio del fare proprio che nasce la mostra “La scultura è morta, viva la scultura!”: ferro, cemento, marmo o porcellana materializzano creature fantastiche che abitano l’inizio e la fine del mondo, comunicando una sensazione di allarme suggerita dalla fusione forzata delle specie. Creature condannate dalla loro stessa forma a un infinito paradosso e conficcate nella loro esistenza, sembrano voler sfidare lo sguardo con la loro umana animalità.
Il ciclo di opere rientra nella Sala XVIII Creature Meravigliose, del Museo di Storia Innaturale, un progetto in progress a cui Dario Ghibaudo sta lavorando da oltre 25 anni e raccolto in “Guida al Museo di Storia Innaturale”, di Umberto Allemandi Editore.


Dario Ghibaudo
Museum of Unnatural History
Room XVIII - Marvellous Creatures

“Sculpture is the pleasure of the doing within the necessity of doing, so that intuition may result in giving life to matter,” as Dario Ghibaudo tells us, then adding: “sculpture is born of error”. A paradox, certainly, but by which it means that sculpture is not simply removing, nor is it extinguished in the preparatory sketch, but rather, as claimed by Wildt: “...the sketch is not necessary” because the intimate truth is contained within the material itself. Ghibaudo concludes: “matter can never take on life if not led by the artist”.
It is thus based on this principle of making it oneself that the exhibition “Sculpture is dead, long live sculpture!” was born: iron, cement, marble or porcelain materialize into fantastic creatures that inhabit the beginning and the end of the world, communicating a sense of alarm, implied by the forced fusion of species. Creatures, condemned by their own form into an infinite paradox and plunged into their existence, seem to want to challenge one’s gaze with their human animality.
The cycle of works is held in Room XVIII Wonderful Creatures, of the Museum of Unnatural History, a project in progress which Dario Ghibaudo has been working on for over 25 years and collected in: Guida al Museo di Storia Innaturale, published by Umberto Allemandi.

-

Galleria PACK
viale Sabotino 22, Milano
inaugurazione mercoledì 24 gennaio 2018, dalle 18.30 alle 21.00
25 gennaio - 29 marzo 2018

Con il Patrocinio del Municipio 5
IL PRESIDENTE
DEL MUNICIPIO 5
Alessandro Bramati

▼ Mostra Più Informazioni

Viale Sabotino 22, 20135
Milan
24 Gennaio , Mercoledì 18:30
Condividerla

Altri Eventi Nei Dintorni

 17 Gennaio , Giovedì
 Politecnico di Milano, Milan
 01 Febbraio , Venerdì
 Barzelletta e una Ricetta,
 07 Febbraio , Giovedì
 Lardirago, Italy, Lardirago
 24 Gennaio , Giovedì
 Alvares Production, Milan
 18 Gennaio , Venerdì
 Viagra without a doctor prescription - Erectile Dysfunction, Milan
 08 Febbraio , Venerdì
 GC Italia Campus, San Giuliano Milanese
 01 Febbraio , Venerdì
 Desartica Adventures, Melzo